Bonus e Sconti

Bonus Ristrutturazione 2023

Bonus Ristrutturazione 2023

Disposta la Proroga delle Detrazioni per le Ristrutturazioni Edilizie e per la Riqualificazione Energetica fino al 31 dicembre 2024

Bonus Ristrutturazione 2023 – La Legge di Bilancio 2022 ha previsto la proroga del bonus ristrutturazione non solo per l’anno 2023 ma anche per il prossimo.

La Manovra, nell’ottica di dare stabilità alle agevolazioni in ambito edilizio, dispone la proroga delle detrazioni per le ristrutturazioni edilizie e per la riqualificazione energetica fino al 31 dicembre 2024.

Alla proroga del bonus ristrutturazione 2022, si affianca il nuovo duplice obbligo relativo al visto di conformità e all’attestazione di congruità dei prezzi.

L’esercizio dello sconto in fattura dovrà quindi essere comunicato dal professionista che ha apposto il visto di conformità, e che ha quindi effettuato il primo controllo documentale sulla sussistenza dei requisiti per beneficiare del bonus ristrutturazione del 50 per cento.

L’invio dovrà essere effettuato mediante il modulo e le istruzioni messe a disposizione dall’Agenzia delle Entrate, entro il 16 marzo dell’anno successivo a quello di riferimento.

Inoltre, sarà necessaria l’attestazione di congruità delle spese rilasciata da un tecnico abilitato che, come indicato dall’Agenzia delle Entrate nella circolare n. 16/E del 29 novembre 2021, dovrà accertare che nell’esecuzione dei lavori, venga rispettato il limite massimo dei costi ammissibili per tipologia di intervento, tenuto conto dei singoli elementi che lo compongono e dell’insieme del progetto.

Bonus Ristrutturazione 2023

A tal fine sarà emanato un apposito prezzario da parte del Ministero della Transizione Ecologica ma, nell’attesa, sarà possibile far riferimento ai prezzi indicati da regioni e province autonome, ai listini ufficiali o locali delle Camere di Commercio o, in difetto, ai valori di mercato previsti in base al luogo in cui si effettua l’intervento.

Quali lavori e spese sono ammessi nel Bonus Ristrutturazione?

I lavori ammessi al bonus del 50 per cento sono numerosi e lo sconto in fattura o la detrazione fiscale spetta per:

  • lavori di manutenzione ordinaria, straordinaria, restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia effettuati su parti comuni di edifici residenziali, cioè su condomini (interventi indicati alle lettere a), b), c) e d) dell’articolo 3 del Dpr 380/2001);
  • interventi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia effettuati su singole unità immobiliari residenziali di qualsiasi categoria catastale, anche rurali e pertinenze (interventi elencati alle lettere b), c) e d) dell’articolo 3 del Dpr 380/2001).

Bonus Ristrutturazione 2023 – Quali lavori sono ammessi

Alcuni esempi di lavori di manutenzione ordinaria per cui è riconosciuto il bonus ristrutturazioni sono i seguenti:

  • installazione di ascensori e scale di sicurezza
  • realizzazione e miglioramento dei servizi igienici
  • sostituzione di infissi esterni e serramenti o persiane con serrande e con modifica di materiale o tipologia di infisso
  • rifacimento di scale e rampe
  • interventi finalizzati al risparmio energetico
  • recinzione dell’area privata
  • costruzione di scale interne.

Bonus Ristrutturazione 2023 in numeri

Il bonus ristrutturazione è stato rinnovato fino al 2024 nella misura del 50%.

nella misura del 50%, con tetto a 96.000 euro incluso iva.

Chi lo può richiedere

  • I proprietari
  • Gli usufruttuari
  • Gli affittuari

Per quanti appartamenti si può richiedere

  • Al massimo per 2 unità immobiliari

Quali documenti servono per il Bonus Ristrutturazione 2023?

  • Presentazione c.i.l.a.
  • Pagamento del con bonifico parlante

Quali ulteriori costi ci sono

  • Visto di conformità
  • Certificato di congruità dei costi
  • Costo finanziario

Esempio di Sconto in Fattura con Bonus

ESEMPIO DI CALCOLO SCONTO IN FATTURA
costo ristrutturazione iva inclusa al 10%  50.000,00 € 
visto di conformità 2%    1.000,00 € 
congruita costi 2%    1.000,00 € 
costo finanziario 15%    7.800,00 € 
TOTALE COMPLESSIVO  59.800,00 € 
SCONTO IN FATTURA 50%  29.900,00 € 
TOTALE COSTO CLIENTE  29.900,00 € 
RISPARMIO PER IL CLIENTE  20.100,00 € 

RISTRUTTURARECASA.IT

SOPRALLUOGO E PREVENTIVO GRATUITO

PARLACI DELLA TUA IDEA

Compila il modulo specificando il lavoro a cui sei interessato e sarai ricontattato al più presto

Quanto fa 7+4?

0 / 5

Your page rank:

Articoli Correlati